Celebrati i 75 anni del Comune di Colleferro

cerimonia75°
15-06-2010

CELEBRATI I 75 ANNI DI VITA DI COLLEFERRO, CACCIOTTI: GUARDIAMO CON FIDUCIA AL FUTURO

“Per la nostra città oggi è un giorno particolarmente importante. In questa data ricorre infatti la nascita, avvenuta 75 anni fa, del Comune di Colleferro”. Con queste parole il sindaco Mario Cacciotti ha iniziato, domenica scorsa, il suo lungo ed appassionato discorso per le celebrazioni della nascita del Comune, avvenuta il 13 giugno del 1935, “con un decreto legge – ha ricordato sempre il Sindaco -, attraverso l’unione dei terreni della omonima frazione, dipendente dal governatorato di Roma, e di parti di territorio dei Comuni di Valmontone e Genazzano. Settantacinque anni non sono molti per una città – ha proseguito-, ma sono già sufficienti per creare quel senso di appartenenza comunitaria che oggi si respira nella nostra cittadina, grazie anche a quel vissuto che ha accomunato le famiglie originarie, giunte da ogni parte d’Italia, e che sono le radici di questa nostra Comunità”. Punteggiate da applausi, in modo particolare quando ha ricordato il padre fondatore, il senatore Leopoldo Parodi Delfino, e la tragedia dello scoppio del ’38, le parole del Sindaco hanno sottolineato il percorso fatto dalla comunità fino ai giorni nostri, ponendo l’accento sulle caratteristiche di laboriosità, tenacia, professionalità dei colleferrini, la capacità di risollevarsi anche nei momenti più duri.
“Colleferro ha subìto lo spettro della grave crisi industriale – ha detto Cacciotti - che ha investito tutta l’Italia e, quindi, anche il nostro territorio. Una crisi che non ci ha lasciati inermi e contro la quale ci siamo opposti lavorando alla creazione di nuove prospettive di sviluppo. Cercando strade alternative per limitare i ricorsi alla mobilità e alla cassa integrazione, facendo rimanere questa città il punto di riferimento per tutti i centri del vasto territorio e continuare, così, a mantenere il ruolo di primo piano che ha sempre avuto nella Valle del Sacco. In un’epoca di competizione globale, con nuove frontiere di crescita e nuovi ambiti – ha detto ancora -, mettendo insieme ambiente e territorio, logistica e nuove tecnologie, sperimentazione e cultura, stiamo camminando in una nuova dimensione, in stretta sinergia con gli amministratori degli altri comuni limitrofi”. Proprio quei Sindaci del comprensorio, che erano presenti alla manifestazione, insieme alle rappresentanze di tutte le forze militari, civili, religiose e politiche. Tra questi il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti, il vicepresidente della Commissione europea Industria, Antonio Tajani, i deputati Renzo Carella e Silvano Moffa, il vicepresidente della Giunta regionale Fabio Armeni, l’assessore regionale alla Casa, Teodoro Buontempo, il presidente del Consiglio di Colleferro Remo Paniccia, la Giunta comunale al completo e diversi consiglieri. “Questa Città – ha concluso il Sindaco -, che sta riacquistando man mano il ruolo centrale che le compete, in un territorio che si va risollevando facendo leva sulle capacità e le professionalità dei suoi cittadini, può guardare al futuro con ottimismo e fiducia, nella certezza che la strada che abbiamo intrapreso è quella più giusta per condurci verso un avvenire di maggiore stabilità sociale, culturale ed economica”.
Le celebrazioni ufficiali si sono aperte alle ore 18 con la Messa solenne concelebrata dal Vescovo della diocesi Mons. Vincenzo Apicella e dai parroci locali, alla quale sono seguiti, sulla scia tricolore degli aerei dell’Associazione Arma Aeronautica di Colleferro che hanno sorvolato la piazza, il saluto del sindaco Mario Cacciotti e la consegna di riconoscimenti alle autorità presenti. Agli On.li Tajani e Zingaretti sono state consegnate le sculture in cristallo realizzate in ricordo del 75° e così ai sindaci del comprensorio ed ex sindaci di Colleferro, oltre ad un particolare riconoscimento ai rappresentanti dei Comuni di Valmontone, Genazzano e Roma per ringraziarli di aver contribuito alla costituzione del Comune, con la cessione dei loro territori. Un premio, infine, è andato anche alla prima nata di quel lontano 1935, la Sig.ra Alessandra Rosciani. La lunga giornata di festeggiamenti è proseguita con il concerto della Fisorchestra “Città di Castelfidardo” e con un grandioso spettacolo di fuochi d’artificio. In mattinata, invece, in viale XXV Aprile si era inaugurato il percorso di Archeologia industriale, originale esposizione all’aperto sulla storia dell’industria locale, realizzata con la Avio SpA.
 

Condividi questo contenuto

Il sito Istituzionale del Comune di Colleferro è un progetto realizzato da Internet Soluzioni S.r.l. con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework

Portale Istituzionale del Comune di Colleferro - Responsabile: Laura Barbona - E-mail: barbona@comune.colleferro.rm.it - Telefono: 06.97203210