Il Sindaco incarica il CNR e la Sapienza per uno studio sul progetto della Centrale

cacciotti_sind
05-10-2010

CENTRALE COGENERATIVA, AL TERMINE DELL’INCONTRO IL SINDACO CHIEDE UNO STUDIO AL CNR E ALLA SAPIENZA

“Darò incarico, oggi stesso, al CNR e a La Sapienza di Roma di effettuare uno studio sul progetto della centrale e per questo chiederò all’azienda di sospendere i lavori per altri 10 giorni, il tempo di dar modo ai tecnici di esaminare la documentazione”. E’ la risoluzione presa dal sindaco Mario Cacciotti nell’incontro tenutosi questa mattina in aula consiliare sulla questione della centrale turbogas nel comprensorio industriale di Colleferro, in località IV Km. “Tutto ciò solo ad ulteriore garanzia dei cittadini – precisa il Sindaco -, anche se mi fido del lavoro fatto fin qui dalla Regione e dalla Provincia”. Da questi enti, infatti, sono state date le autorizzazioni (VIA e AIA, ovvero Valutazione impatto ambientale e Autorizzazione integrata ambientale), necessarie a permettere la realizzazione dell’impianto in questione, una centrale di cogenerazione a ciclo combinato pensata per sostituire il vecchio impianto a combustione, più obsoleto, che attualmente serve alcune delle principali aziende del territorio. All’incontro erano presenti, oltre all’Amministrazione comunale, con il Sindaco Cacciotti, il Vice sindaco Salvitti, gli assessori Iannucci e Giuliani, il Presidente del Consiglio Paniccia e diversi consiglieri sia di Maggioranza che di Opposizione, l’assessore provinciale all’Ambiente Michele Civita, esponenti dell’Arpa Lazio, del CNR, dei Sindacati, dei cittadini, come il Comitato del IV Km, la Federconsumatori e Associazioni ambientaliste. C’erano, naturalmente, anche responsabili e rappresentanti delle Aziende coinvolte nella costruzione della centrale, dalla Avio Spa, alla Secosvim, alla Soc. Termica Colleferro, che hanno rappresentato il progetto e risposto ai quesiti giunti dal consesso, sostenendo, con lo Studio alla mano, che il nuovo impianto è migliorativo rispetto a quello attuale, ossia meno inquinante e con minore impatto ambientale e che, da un punto di vista dell’effetto visivo, è già stato richiesto e autorizzato il rimboschimento di un ettaro a copertura della struttura di cui, dal centro abitato, si renderà visiva solo una ciminiera.
L’Assessore Civita, al quale il sindaco Cacciotti ha chiesto di esprimere un parere, ha detto che la Provincia non ha deciso la localizzazione e il tipo di impianto ma, per competenza, ha dato il parere favorevole “per la tecnologia utilizzata che è tra le migliori che ci sono oggi sul mercato”, sottolineando che il rilascio dell’AIA è “legato all’esercizio e alla tutela della salute dei cittadini”.
Sentiti i vari pareri, il sindaco Cacciotti, prima di chiudere la riunione, ha detto, dunque, di voler affidare l’incarico ai due Istituti di ricerca per una valutazione che confermi o meno lo studio allegato alla richiesta di autorizzazioni per la nuova centrale, perché “nel caso i dati risultassero negativi la centrale non verrà realizzata”.
 

Condividi questo contenuto

Il sito Istituzionale del Comune di Colleferro è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Portale Istituzionale del Comune di Colleferro - Responsabile: Laura Barbona - E-mail: barbona@comune.colleferro.rm.it - Telefono: 06.97203210